null Sportello_Unico_Attività_Produttive_(SUAP)

Sportello Unico Attività Produttive (SUAP)

Dal 01 ottobre 2013 sono entrate in vigore le nuove modalità per la presentazione allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) delle domande relative a tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l’esercizio di attività produttive e di prestazione. Le pratiche dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) devono quindi essere presentate esclusivamente con modalità telematica, attraverso il Portale Regionale SUAP Telematico – Sportello on line.

Come fare

  • 1) Postazione connessa a INTERNET
    2) “Open office” scaricabile gratuitamente da INTERNET necessario per compilare la modulistica
    3) “Adobe Reader” scaricabile dal sito: http://get.adobe.com/it/reader/
    4) Casella di Posta Elettronica Certificata (PEC)
    5) Carta Nazionale o Regionale dei Servizi (CNS/CRS) oppure un qualsiasi supporto (smart card o business key) con relativo certificato di autenticazione
    6) Software che consente di apporre e verificare la firma digitale (es. Dyke o Infocert)

    Procuratore speciale:

    Il soggetto non in possesso della firma digitale può conferire la “procura speciale” ad un intermediario che agisce in rappresentanza del delegante e che, essendo in possesso del dispositivo di firma digitale, effettuerà l'invio della pratica.

    Identificazione:

    L’identificazione dell’utente deve essere certa ed eseguita scegliendo tra modalità STANDARD o AVANZATO accedendo alla funzione Login fvg.

Entro quanti giorni: 90

Per informazioni su come utilizzare il portale è possibile consultare l'apposita guida: consulta il manuale (http://suap.regione.fvg.it/portale/export/sites/SUAP/allegati/archivio_file/GUIDA-PER-UTENTI.pdf)

Per la compilazione della pratica è necessario effettuare i seguenti passaggi: 1) Scelta del procedimento e compilazione della modulistica: Individuato l’intervento/procedimento di interesse, è possibile avviare la compilazione della pratica accedendo al box “Aggiungi il procedimento alla tua domanda unica” e selezionando gli allegati facoltativi di interesse nonché la procura speciale se necessaria. In questa fase è fondamentale verificare quali modelli richiedono anche l’apposizione di una firma autografa da parte di uno dei soggetti coinvolti nel procedimento (es. interessato, procuratore, preposto ecc.). 2) Firma digitale: Dopo la compilazione, ogni documento e allegato della pratica Suap deve essere scaricato sul PC, firmato digitalmente e ricaricato nel sistema. 3) Documento esteso: La modulistica e tutti gli allegati firmati digitalmente vengono poi inseriti in un contenitore, denominato “documento esteso”, generato automaticamente dal sistema. Anche il documento esteso va scaricato in locale per la firma digitale. 4) Invio pratica: Il documento esteso, firmato digitalmente, va caricato nuovamente nel sistema (upload) ed è pronto per l’invio al SUAP del Comune di Gemona del Friuli. 5) Ricevuta automatica: Il portale SUAP IN RETE rilascia all’interessato una ricevuta automatica che attesta l’avvenuta presentazione della pratica al SUAP del Comune di Gemona del Friuli. Tale ricevuta, se riferita alla SCIA, costituisce titolo per l’avvio dell’attività a partire dalla data e dall’ora ivi indicate.

La verifica del SUAP: Al momento della presentazione le pratiche SUAP vengono sottoposte a verifica formale da parte dell’Ufficio preposto al ricevimento. Tale controllo è volto ad individuare l’eventuale carenza di informazioni e/o allegati indispensabili, la presenza della sottoscrizione digitale della pratica e l’indicazione dell’indirizzo PEC dichiarato dall’impresa quale domicilio elettronico. Presa in carico e trasmissione della pratica agli uffici competenti: In caso di verifica con esito favorevole, il SUAP invia alla casella PEC, indicata quale domicilio elettronico dall’interessato, un’attestazione di presa in carico della pratica e di assegnazione della stessa agli uffici competenti all’istruttoria. L’attestazione riporta i seguenti dati: denominazione dell’impresa, oggetto della pratica, estremi di protocollazione utili per la tracciabilità della pratica, riferimenti dell’Ufficio competente all’istruttoria. Tracciabilità della pratica: Il portale SUAP IN RETE permette di monitorare in qualsiasi momento lo stato della pratica presentata, effettuando l’accesso all’area riservata mediante la funzione Login fvg.

Cosa fare

I modelli di domanda sono reperibili alla pagina dedicata: consulta la modulistica (http://suap.regione.fvg.it/portale/cms/it/approfondimenti/modulistica.html)

Gli Sportelli Unici per le Attività Produttive sono gli interlocutori di chi desidera avviare un’attività economica, con o senza interventi edilizi sul fabbricato o sull’area oggetto del suo interesse. Il SUAP è quindi l'Ufficio di riferimento per tutti i procedimenti che hanno ad oggetto: - l’avvio e l'esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi; - le azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, nonché cessazione o riattivazione degli impianti produttivi (gli aspetti costruttivi). Lo Sportello è rivolto anche a chi non ha la qualità di imprenditore. Il portale propone infatti procedimenti che riguardano anche soggetti privati e del terzo settore, come manifestazioni temporanee e di sorte locale, manifestazioni organizzate da enti morali o associazioni che non perseguono scopo di lucro e bed & breakfast gestiti da privati (non aventi carattere di imprenditore) nell'ambito della propria residenza.

Gli insediamenti relativi a tutte le attività di produzione di beni e servizi, incluse le attività agricole, commerciali e artigianali, le attività turistiche ed alberghiere, i servizi resi dalle banche e dagli intermediari finanziari, i servizi di telecomunicazione.

E’ un’attività di produzione di beni o servizi che ha luogo quando risorse quali lavoro, impianti e materie prime concorrono all'ottenimento di beni o alla prestazione di servizi. Un'attività economica è caratterizzata dall'uso di fattori della produzione, da un processo di produzione e da uno o più prodotti ottenuti (merci o prestazioni di servizi). Vi rientrano pertanto le attività commerciali, di somministrazione, le attività svolte in forma artigianale o industriale, le attività agricole,le attività turistico ricettive, l’edilizia e i servizi di cui all’art. Direttiva 2006/123/CE.

Dove andare

Sede

Gemona del Friuli, piazza del Municipio 4
1 Piano

Orari

Orario di apertura al pubblico:

Lunedi 09:30 - 13:30
Mercoledi 16:30 - 19:00
Venerdi 07:00 - 12:00

Trasparenza

Atto primario: L.R., N°: 3 Del: 2001,

  • D. P. Reg. 23 agosto 2011 n. 206 Direttiva servizi (Direttiva 2006/123/CE) del Parlamento Europeo e del Consiglio del 12 dicembre 2006 DECRETO LEGISLATIVO 25 novembre 2016, n. 222 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 7 settembre 2010, n. 160 (in G.U. n. 229 del 30 settembre 2010 - Suppl. Ord. n. 227 - in vigore dal 15 ottobre 2010 DECRETO LEGISLATIVO 26 marzo 2010, n. 59 DECRETO LEGISLATIVO 7 marzo 2005, n. 82 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 28 dicembre 2000, n. 445

Istanza di parte - L'avvio del procedimento avviene con istanza di parte quando l'amministrazione viene sollecitata a procedere da un privato o da un'altra amministrazione

  • Segretario Generale Avv. Manuela Prosperini Tel.: 0432/973230 PEC: comune.gemona-del-friuli@halleypec.it
Data di aggiornamento: 20.03.2019