Tipologie di procedimento

In questa sottosezione vengono riportate le diverse tipologie di procedimento, distinte per Settore, ai sensi dell'art. 35 del D.Lgs. n° 33/2013; inoltre, ai sensi dell’art. 28 del D.L. n. 69/2013, convertito dalla Legge n. 98/2013, al verificarsi delle ipotesi dallo stesso previste e di seguito riportate, è applicabile l’INDENNIZZO DA RITARDO, la cui disciplina è indicata nel file “DANNO DA RITARDO”, inserito nella presente sottosezione.
 
AMBITO DI APPLICAZIONE OGGETTIVO DELL’INDENNIZZO DA RITARDO (ART. 28 DEL D.L. N. 69/2013)
 
La disposizione si applica ai procedimenti avviati ad istanza di parte per i quali sussiste un obbligo della pubblica amministrazione di pronunziarsi, con esclusione delle ipotesi di silenzio qualificato (silenzio assenso e silenzio rigetto) e dei concorsi.
In fase di prima applicazione la disposizione in esame è circoscritta ai procedimenti amministrativi relativi all'avvio e all'esercizio dell'attività d'impresa iniziati a partire dal 21 agosto 2013, data di entrata in vigore della legge di conversione del citato decreto (comma 10).
L'indennizzo da ritardo non è applicabile nelle ipotesi di Denunzia di Inizio di Attività (o di Segnalazione Certificata di Inizio di Attività), anche se relative all'esercizio dell'attività di impresa.

Per quanto attiene alla gestione on line dei procedimenti, si precisa che l'attivazione generalizzata degli stessi è in fase di studio.

Nei procedimenti ad istanza di parte, la relativa modulistica ed i fac-simile, sono rinvenibili nel sito istituzionale, inserendo nel campo di ricerca il nome del procedimento/richiesta -  voce "cosa fare" - "documenti da presentare".

Data di aggiornamento: 2020.06.16