null Autorizzazione_alla_raccolta_legna

Autorizzazione alla raccolta legna

Le richieste per la raccolta di legname dai boschi di proprietà comunale possono essere di due tipi: - raccolta/taglio di legna da ardere: si intende con questo termine piante in deperimento, danneggiate (da fitopatologie o da calamità naturali), schiantate, divelte o pericolanti. Il richiedente deve aver individuato preventivamente le piante per le quali fa richiesta e deve indicare, nel modulo, il luogo esatto in cui esse si trovano. A ogni famiglia può essere concesso un quantitativo massimo annuo di mc 3,50 di legna da ardere. Con apposita stima forestale viene poi stabilito il valore del legname concesso che tiene conto di vari criteri quali per esempio il valore di mercato per tipologia di materiale, le difficoltà di esbosco, le distanze di trasporto ecc. Questo valore, con corrispettivo economico, viene poi comunicato all’interessato nell’atto di concessione. - raccolta di ramaglia e legna secca: ovvero di parti legnose di piante arboree già distaccate per cause naturali dalla pianta produttrice (rami, cimali, cortecce, ceppaie sradicate) o piante morte non abbattute.

Come fare

  • La domanda può essere presentata dai cittadini residenti. Nell'arco di un anno solare può presentare la richiesta solo un componente di un nucleo familiare, a condizione che non sia titolare di ditta boschiva e che abbia provveduto al pagamento di eventuali precedenti assegnazioni.

Entro quanti giorni: 90

Per l'assegnazione di legna da ardere la domanda deve essere presentata dopo aver individuato le piante che si desidera raccogliere. Per la raccolta di ramaglia e legna secca la domanda può essere presentata una volta sola in un anno. Dopo il rilascio dell'autorizzazione la raccolta può avvenire dal 1° marzo al 31 ottobre.

La richiesta compilata ed eventuali allegati possono essere consegnati al Comune in uno dei seguenti modi: - direttamente all'Ufficio Protocollo - Piazza Municipio, 1 - Palazzo Municipale piano terra (0432-973237); - tramite PEC all'indirizzo PEC del Comune (comune.gemona-del-friuli@halleypec.it), in questo caso l'invio ha lo stesso valore di una raccomandata AR.

Cosa fare

Il richiedente riceve l'autorizzazione scritta da parte del Comune e solo a quel punto può procedere al taglio/raccolta della legna. Nel caso di legna da ardere il richiedente riceve anche la fattura necessaria per effettuare, presso la Tesoreria comunale, il pagamento del quantitativo di legna concesso.

Se l'alveo è di proprietà demaniale (della Regione) la richiesta va inoltrata alla stazione del corpo forestale di competenza. Se invece l'alveo è di competenza del Consorzio di bonifica o del Comune l'istanza deve essere inoltrata all'ente competente.

L'ente di competenza può essere verificato nell'allegato modulo, denominato "Classificazione dei corsi d'acqua" (sezione "Documenti da presentare").

Dove andare

Sede

Gemona del Friuli, piazza del Municipio 4
int. edificio B

Orari

Orario di apertura al pubblico:

Lunedi 09:30 - 13:30
Mercoledi 16:30 - 19:00
Venerdi 07:00 - 12:00

Trasparenza

Istanza di parte - L'avvio del procedimento avviene con istanza di parte quando l'amministrazione viene sollecitata a procedere da un privato o da un'altra amministrazione

  • Segretario Generale Avv. Manuela Prosperini Tel.: 0432/973230 PEC: comune.gemona-del-friuli@halleypec.it
Data di aggiornamento: 02.03.2019